Se sei arrivato su questa pagina è perchè avete bisogno di un prestito delega o doppio quinto. Sei sul sito giusto perchè di seguito descriverò cosa è e come funziona tale finanziamento: definizione,caratteristiche, tassi d’interesse, achi è rivolto e le garanzie e requisiti richiesti. Una volta raccolte le informazioni puoi procedere alla richiesta della somma che desideri.

Indice contenuti

Cosa sono i Prestiti delega

Famiglia tramontoI Prestiti Delega è una tipologia di cessione del quinto dello stipendio e sono spesso detti “deleghe di pagamento” o “doppio quinto”. Sono finanziamenti che vengono affiancati alla prima cessione del quinto.

Questo avviene in due casi: il primo caso coincide con una richiesta di denaro talmente elevata che il primo quinto sulla busta paga non è in grado di soddisfare, il secondo caso, forse il più noto, avviene quando il richiedente del credito è già soggetto ad un finanziamento che ha come garanzia il suo stipendio.

La soglia che non si può superare è corrispondente ai 2/5 della busta paga.

La somma finanziata arriva al richiedente tramite assegno circolare spedito al proprio domicilio oppure attraverso un bonifico verso il proprio conto corrente personale. Aggiungiamo che è una tipologia di credito alla quale possono accedere i dipendenti pubblici o privati e i pensionati.

A chi sono rivolti questi finanziamenti: dipendenti e pensionati

Prestito doppio quintoCome già accennato in precedenza e come il lettore può facilmente intuire, il prestito delega, essendo una seconda cessione del quinto, è rivolto ai lavoratori dipendenti (pubblici e privati). La sostanziale ed unica differenza è che l’azienda dove il dipendente lavora  e che ne riceve la richiesta non è obbligata per legge ad accettare e concedere il secondo finanziamento.

L’altro beneficiario di tale tipologia di prestito sono i pensionati. In questo caso sarà decurtata la pensione mensile della somma corrispondente al secondo quinto.

Le caratteristiche della Delega di pagamento

La prima caratteristica del prestito delega è il funzionamento base già descritto: il beneficiario è soggetto al prelevamente del secondo quinto dello stipendio o pensione a cadenza mensile.

La somma erogabile

Le somme erogabili dalle finanziarie vengono influenzate dalla quantità di reddito del richiedente. La forbice può essere ampia e può partire dai 2.500 fino ai 60.000 euro, ma con alcune eccezioni che possono concedere somme fino a 75.000 euro in caso di redditi elevati.

L’erogazione del credito avviene in tempi abbastanza brevi, poichè le verifiche delle garanzie sono veloci. Questi tempi divengono velocissimi nel caso di mediazione creditizia online (oggi molto diffusa in tutta Italia). Sempre via web è piuttosto semplice reperire tutte le informazioni a supporto di questo prodotto finanziario abbastanza diffuso.

Gli enti erogatori sono le banche tradizionali, ma anche altri tipi di società finanziarie autorizzate dalla Banca d’Italia. Recentemente si sono aggiunti operatori online operanti nel circuito finanziario ed in grado di soddisfare qualunque tipo di esigenza finanziaria nell’ambito dei prestiti, compresa la necessità dei prestiti delega, spesso senza richiedere alcuna spesa di istruttoria ed erogando un anticipo sulla somma richiesta entro 4 o 5 giorni lavoratori.

Come ottenere i prestiti delega

Come già sottolineato, ma è meglio riscriverlo, il prestito delega è solitamente riservato ai  lavoratori dipendenti, pubblici o privati che possano dimostrare almeno 6 mesi di anzianità lavorativa, per i pubblici e 12 mesi di servizio per i privati.

La possibilità di accedere ad un prestito veloce online è quella più comoda e spedita ed è quella di cui si occupa questo sito.

Normalmente, se si è raggiunta la quota di anzianità sopra scritta, è richiesta la sola firma singola del richiedente. Nel caso di neoassunti, è possibile ottenere il prestito con la firma di un garante. Tale garanzia è chiamata fidejussione.

Il rimborso previsto nel classico piano d’ammortamento è strutturato nello stesso modo del quinto cioè con rata a cadenza mensile con un tasso d’interesse fisso e costante nel tempo. Il numero di rate e il range di tempo è proporzionale alla somma richiesta e al reddito del dipendente e va dai 12 ai 120 mesi.

Le garanzie ed i requisiti richiesti

Quando la richiesta di denaro è più elevata in rapporto al reddito, la finanziaria o la banca che eroga tale somma richiede spesso la firma di un garante. Questa ulteriore precauzione serve nel momento in cui il debitore principale non è in grado di saldare le rate mensili previste dal piano d’ammortamento e si possa così rivalersi sul garante.

Il garante è solo una garanzia ulteriore per la concessione dell’elevata somma richiesta, ma se il rimborso procede in modo regolare, l’impegno o altri obblighi rimarranno sulla carta e decadranno nel momento della fine del rapporto quando il saldo sarà reimborsato completamente.

La possibilità di estinzione anticipata è prevista ed è un diritto concesso al debitore in ogni momento. Tale estinzione porterà ad un risparmio sugli interessi.